Come coniugare il concetto di open space con l’utilizzo di porte

Una contraddizione in termini oppure una soluzione innovativa dell’abitare contemporaneo? Ecco come è possibile coniugare spazi aperti con la presenza di porte.

open space con porta scorrevole

In foto SCENARIO DELINEO INDUSTRIAL. Sistema scorrevole a quattro ante, cristallo extrachiaro trasparente, profilo bianco

Open space e porte: binomio possibile?

A partire dagli anni ’50 e ’60 del secolo scorso, quando si riscoprirono gli spazi industriali trasformandoli in abitazioni e laboratori creativi – basti pensare, per esempio, alla celebre Factory di Andy Warhol a New York – gli open space sono diventati una soluzione abitativa sempre più diffusa. Si tratta, come suggerisce il loro stesso nome, di spazi progettati in modo molto differente rispetto alle case tradizionali, nelle quali ogni ambiente è separato; gli open space, invece, prevedono una soluzione di continuità tra le diverse stanze, a creare uno spazio unico e fluido.

Come ogni abitazione, anche gli open space presentano pro e contro. Tra i vantaggi, il principale riguarda proprio l’abitabilità: non essendoci divisioni tra i diversi ambienti, anche uno spazio piccolo dà l’impressione di essere più ampio; inoltre, negli open space la luce naturale può essere sfruttata al meglio, realizzando così un ambiente ampio e luminoso, indipendentemente dai metri quadri che misura. Per quanto riguarda, invece, gli svantaggi, senza dubbio quello più evidente riguarda la mancanza di privacy: laddove gli spazi non sono divisi, ritagliarsi uno spazio per sé non è del tutto scontato, soprattutto se si condivide l’abitazione con altre persone.

Coniugare la necessità di una maggiore privacy con il concetto di open space, tuttavia, è possibile e la presenza di porte all’interno di questi spazi non ne compromette la tipicità architettonica. Purché, naturalmente, si tratti delle porte giuste. A questo proposito, FerreroLegno propone soluzioni che si prestano perfettamente ad essere inserite in un contesto abitativo come quello degli open space: la linea Scenario.

L’utilizzo di porte scorrevoli per creare continuità visiva tra gli ambienti: la linea Scenario di FerreroLegno

La linea di porte Scenario di FerreroLegno è pensata per chi desidera soluzioni abitative flessibili e funzionali, senza la necessità di ricorrere a interventi murali.

La linea Scenario è disponibile in quattro soluzioni: VISIO, DELINEO, PREMIUM e LIGNUM, tutte improntate a uno stile Minimal ma comunque adatto a ogni contesto architettonico, con l’obiettivo di venire incontro nel miglior modo possibile alle esigenze dei clienti. Il modello VISIO (recentemente arricchitosi anche della versione VISIO UP), in cristallo temperato e disponibile in 13 finiture e 5 decori, permette di rendere gli spazi leggeri e dinamici, creando altresì originali abbinamenti. La gamma DELINEO consente di modificare le geometrie della casa, strutturandola secondo le proprie necessità; il modello PREMIUM si distingue per un design raffinato e per la possibilità di aumentare il comfort e l’intimità di ogni ambiente, mentre la linea LIGNUM si richiama all’espressività e al calore del legno per creare soluzioni estetiche all’avanguardia e di ispirazione green.

Porte scorrevoli, esempi di utilizzo all’interno di un open space: la soluzione per separare soggiorno e cucina mantenendo continuità

come coniugare il concetto di open space con l'utilizzo di porte

In foto SCENARIO LIGNUM. Sistema scorrevole a due ante, noce natural touch

Un utilizzo consigliato è quello di installare porte scorrevoli per separare il soggiorno dalla cucina, pur mantenendo una soluzione di continuità.Nelle case contemporanee le porte scorrevoli rappresentano dunque un’opzione sempre più scelta proprio perché permettono di separare i diversi ambienti senza tuttavia appesantirli.

Si tratta di una scelta multifunzionale, in quanto è possibile chiudere o aprire gli spazi a seconda delle esigenze: per tenere lontani odori e rumori che provengono dalla cucina e garantire privacy e relax in soggiorno, ad esempio, basterà chiudere le porte scorrevoli; scegliendo soluzioni in cristallo, inoltre, sarà possibile mantenere quella sensazione di continuità tra gli spazi tipica di un open space, pur mantenendo le porte chiuse.

Condividi
Magazine